Prodotti BioEquologici

BIO ED EQUO: QUALITÀ SOCIALE
ED AMBIENTALE DA PENSARE E DA GUSTARE

Nella visione biologica del mondo la libertà non è solo una libertà di capitali. È quella dei micro-organismi del suolo di creare fertilità, degli animali di nutrirsi al pascolo, dei piccoli agricoltori di conservare, scambiare e migliorare liberamente le sementi, e dei consumatori di sapere cosa stanno mangiando.

VANDANA SHIVA

Il commercio equo è sostenibilità. Commercio equo e consumo critico sono momenti diversi di un unico percorso che promuove la cultura del futuro e il senso della comunità-terra di cui la coltivazione biologica è uno strumento: quest'ultima, inoltre, rappresenta una risposta concreta per garantire sicurezza e sovranità alimentare. In un momento in cui il mercato di prodotti biologici si fa sempre più appetibile, il commercio equo sceglie la via del prodotto e di ciò che racconta, la sua qualità e il suo sapore.

Molti contadini del Sud del mondo usano un metodo tradizionale di lavorazione in cui, anche per una questione di costi, le sostanze chimiche di sintesi vengono bandite. Ultimo elemento: la tracciabilità di ogni prodotto attraverso l'etichetta (l'origine della materia prima, la modalità di trasformazione, il confezionamento, la distribuzione e la composizione del prezzo).

La Cooperativa Garabombo dedica questo mese al BioEquologico: tre settimane nelle quali verranno presentati prodotti diversi, a cui corrispondono vari progetti di cooperazione.

 

Prodotti per la colazione (20-25 settembre)

Il modo migliore per incominciare la giornata è fare una buona colazione con prodotti dignitosi per chi li produce e buoni per chi li consuma.

 

Cereali e legumi (27 settembre - 2 ottobre)

Perché non scoprire la ricchezza dei cereali e dei legumi del Sud del Mondo, maggiore rispetto alle poche varietà di grano che ci vengono proposte in tutto ciò che mangiamo?

 

Prodotti di Libera Terra (4 - 9 ottobre)

"La mafia non si combatte solo con le manette e gli arresti, ma anche con l'educazione alla legalita', il lavoro, la creazione di alternative."

(Vincenzo Linarello, presidente del Consorzio Sociale GOEL)

 

Per saperne di più, scarica l'approfondimento dei progetti